2 agosto 2018

all'Erensee (Pfelderertal)

In fuga spericolata dal caldo infernale cittadino (26° all'alba), nel giorno più rovente di questa estate approdiamo illesi nella Pfelderertal, dove ci accoglie una bella arietta fredda e corroborante. Tanto fredda da invogliarci a salire da qualche parte per mettere in moto il metabolismo tramortito dall'inaspettato calo termico.
Sapendo bene che il refrigerio non durerà molto neanche in questa valle, e che non c'è cosa peggiore che essere sorpresi dalla caldazza nel bel mezzo di una salita in campo aperto, decidiamo di partire subito dall'abitato di Pfelders (1630m al parcheggio) per una breve escursione al lago Eren, che si trova incastonato tra le pareti di un cocuzzolo di 2756m: l'Erenspitz.
Da Pfelders con i sentieri n. 6 e 7, transitando per la Faltschnal Alm (1870m).

Faltschnal Alm, 1870m

Come previsto, benché sia ancora decisamente presto, il caldo comincia a farsi sentire subito non appena si esce dalle zone d'ombra.
Il sentiero che dalla Faltschnal Alm porta all'Erensee è pure piuttosto ripidino in certi tratti.



piccoli omini zampettano al cospetto dell'Hintere Seelenkogel (Cima delle Anime), 3490m


Erensee, 2290m

Pensavo che non fosse una meta tanto ambita, vista la buona offerta di percorsi ben più remunerativi che offre la zona. Invece nel giro di poche ore si è riempito di villeggianti e bagnanti in cerca di frescura. Non sono mancati i baldi giovinastri che ci si sono tuffati a cristo.






A mezzogiorno decidiamo di calare, anche perché non c'è un albero che offra riparo dal sole micidiale.
Incredibile la quantità di gente che abbiamo incontrato che ancora saliva al lago. A mezzogiorno, all'1, con un caldo infernale, addirittura persone anziane. Impressionanti alcuni soggetti di sesso maschile completamente fradici di sudore e con uno sguardo assassino, incapaci persino di sibilare un flebile Grus Gott; gente che sarebbe stata capace di compiere pure una strage di bambini per un po' di ombra.
Mentre la scia di dannati saliva ancora noi eravamo già beatamente stravaccati alla Faltschnal Alm, al fresco e all'ombra, ben decisi a non alzare il deretano finché il solleone non si fosse indebolito.



La sottoscritta aveva un certo appetito, sicché ho chiesto un piatto di pasta alla pastora.
Benedetti tirolesi, mi han portato una porzione da almeno 160 grammi, se non di più.
Per ricompensarli di cotanta generosità mi son data all'assaggio delle birre analcoliche annoverate tra i beveraggi.
Recensione birre: Weihenstephan insomma, Krombacher ottima.
Recensione pasta: burp ++.



Visto che nessuno ci cacciava via siamo rimasti a beneficiare dell'ospitalità dei malgari (gentili e spiritosi), poi siamo scesi a bighellonare in paese, destando forse la curiosità dei presenti, che si saranno certamente chiesti chi erano quei 2 viandanti satolli di birra che barcollavano di porta in porta a fotografare fiori e case altrui.












Alla fine abbiam dovuto sloggiare e tornare a Trento, che confronto a Bolzano era pure più umana: 33° il tardo pomeriggio, contro i 38° di Bolzano. Dedicato a tutti coloro che ancora mi dicono: "beata te che stai a Trento, al fresco".

4 commenti:

  1. In effetti anch'io quei quattro giri che faccio cerco di farli presto e non mi è chiaro come certa gente si metta in cammino a ore assurde, tipo mezzogiorno - l'una magari con prole al seguito.
    Mi pare una tortura autoinflitta!

    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È in corso una selezione naturale che privilegia questi esseri mezzi uomini e mezzi amianto, adatti a resistere al riscaldamento globale. Il mondo sarà loro e dei loro eredi!
      Son gli stessi che in luglio/agosto arrivano in spiaggia alle 11 e si srotolano subito al sole senza ombrellone e protezioni solari, quando io a mezzogiorno sto già smontando i miei 2 ombrelloni e me ne sto tornando a casa dopo aver galleggiato dalle 8 del mattino!
      Poi li vedi rientrare la sera, colorito aragostesco, col cervello fulminato ma felici :D

      Elimina
  2. Myrò, hai un senso dell'umorismo (che a volta sfocia nel sarcastico) che ha dell'incredibile! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vallo a dire a tutti quelli che ho sbertucciato in anni di pratica e perfezionamento, vedi quanto apprezzano il mio umorismo, ma soprattutto il sarcasmo :D

      Elimina