27 agosto 2017

quota 3000

E così ho sfondato quota 3000 nell'estate più improbabile per condizioni fisiche, anzi, PSICOfisiche.
Quota 3030 per l'esattezza. Da Solda, e con l'aiuto della seggiovia per fino e per giunta.

L'idea molto molto balzana era di arrivare all'Hinteres Schöneck (3125m) attraversando la Zaytal e transitando per la Düsseldorferhütte (2721m). Per farlo, una volta tanto ci siamo serviti della seggiovia Kanzel, che dai 1840m di Solda porta ai 2350m della Kanzelhütte in una quindicina di minuti (ahò, sto stracotta de dentro e de fuori, e quel giorno in particolare NON avevo voglia di muovermi già dalle 3.30 del mattino).
Nonostante il fallimento ho apprezzato tutto. In particolare, quello che apprezzo di più è l'ormai consolidato potere lenitivo che ha la montagna sui miei nervi, anche nei momenti in cui avrei voglia di fare la sterminator. Potere lenitivo che sicuramente è dettato anche da motivi di sopravvivenza: certe volte in montagna è meglio pensare a come riportare a casa il fondoschiena integro piuttosto che meditare su come seppellire nei piloni 4/5 della famiglia.

Dal balcone della Düsseldorferhütte lo sguardo è ipnotizzato dai giganti.

sotto e tra la nuvoletta: Sulden Spitze, König Spitze, Zebrù, Ortler

Il rifugio (detto anche Serristori) è molto carino e accogliente, ma ci riserviamo una sosta più lunga per il rientro.

Salendo all'Hinteres Schöneck: Großer Angelus (3520m) con lo sputo di vedretta che ne rimane, e a sx la Vertain Spitze (3545m).



Sotto la Vertain Spitze corre il vecchio sentiero ormai chiuso al transito pedonale.



Il sentiero si fa esposto, in alcuni punti occorre inerpicarsi sulle rocce verticali, e anche se ci sono un po' di cavi d'acciaio a cui impiccarsi per non precipitare troppo, io inizio a camminare a chiappe strette. Sarà il Mistico a fare foto col suo catorcio, perché io son troppo impegnata con la bestemmia libera, con le mani incollate ovunque e il culo a ventosa.



La parte più alta della Zaytal -



- e quella della valle di Solda



Sua Altezza l'Ortler oggi ha la cima libera: giornatona spettacolare per chi ha avuto il cul di arrivarci proprio oggi.



Per la König Spitze invece la solita nuvolaglia.



Zufall Spitzen


Arrivata a 3030m il Mistico mi dice che è ora di scendere. Ho già fatto troppi tratti in verticale esposti sul nulla, sa che la mia capa tosta sarebbe capace di andare ancora ma non si fida. Troviamo un punto relativamente riparato tra le rocce e stiamo li come gli eremiti. Poi ci decidiamo a calare.



La Düsseldorferhütte con annesso laghetto.





Panorama dall'alta Zaytal:



0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento