26 dicembre 2016

da Ponciach al lago Valda, Castion e lago Santo

Belle passeggiatone sui monti del versante occidentale della val di Cembra, e peccato averle scoperte solo adesso. L'ideale sarebbe immergercisi in pieno autunno, quando quei boschi cambiano colore.
Poco dopo l'abitato di Cembra seguiamo le indicazioni per Ponciach, piccolo villaggetto di belle casine situato a quasi 1100m di altitudine, dove finisce pure la strada.
Qualche regolare parcheggio proprio all'imbocco del sentiero botanico.
Boschi rilassanti attraversati da comodissime forestali.



Ogni tanto si intravede qualche baita carina


Ecco, io quando vedo queste casupole mi chiedo sempre se i proprietari non siano persone anziane, magari senza figli, e che magari ne vorrebbero adottare uno. Mi proporrei in modo del tutto altruistico e disinteressato, anche se sono un po' cresciutella.



Il laghetto di Valda, semi ghiacciato, sembrava deserto.

lago di Valda, 1398m

Invece ...

un povero segugio incastrato in un collare fuorilegge

... era pieno di cecchini dietro ogni tronco. Ci siamo soffermati abbastanza a lungo da rompere alquanto gli zebedei, poi abbiamo deciso di spostarci sulla cimetta del monte Castion. "Vedi mai che anche lassù troviamo qualcuno a cui scassare i marroni en passant"






Il cocuzzoletto del Castion raggiunge la modesta altitudine di 1528m, ma è inaspettatamente panoramico.







occhi sul Brenta


il solco della valle dell'Adige impestato dalla foschia e dallo smog


la dorsale del Fregasoga a sx e la cima del monte Croce a dx (almeno credo)


qualcosa tipo Corno Nero e Latemar


sguardo verso i monti del Tirolo che sembrano illusioni ottiche all'orizzonte


Si scende e si va verso il lago Santo (sentieri 415 e 415/A), sempre su strade forestali talmente comode che sembra di poterci camminare all'infinito. Ogni tanto incontriamo altri passeggiatori, solitari o a gruppetti; in pochissimi salutano. Forse indigeni gelosi dei loro boschi, o cecchini in esplorazione infastiditi dalla presenza di bipedi foresti.

Qualche centinaio di metri prima di arrivare al lago Santo si incontrano delle belle sculture in legno, create in loco "dagli allievi dell'Associazione Scultori valle di Cembra "





























Al lago Santo ci si può arrivare anche in auto su strada asfaltata, e infatti, sulle sponde:
1) un sacco di gente sulle rive e qualche cagnetto
2) ho pestato l'unica cacca canina (spero) vicino all'albergo Lago Santo
3) abbiamo respirato abbastanza schifezze manco fossimo in città
4) ce la siamo svignata alla svelta

0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento