30 novembre 2016

sul Zendleser Kofel

Partiti dalla Zanser Alm (1680m ca) con ben 11° sottozero: davvero poca voglia di tirar fuori le mani dai guanti e far foto in giro.
Col sentiero 33 sino alla Gampen Alm (2062m), dove comincia un po' di neve ghiacciata. Poi coi sentieri 31 e 32 sino alla Schlüterhütte (2297m) e da qui col 7 sino al cocuzzolo del Zendleser Kofel (2422m ca).

Sulla cima un bel venticello gelido e un questuante affamatissimo; impossibile ignorarlo perché frignava da spezzare il cuore anche dell'animaccia più zozza. Gli ho rifilato un bel po' di pane, il Mistico mezza delle sue barrette energetiche. Gli è andata di lusso al furbastro.

compagno di merenda


Alla Schlüterhütte abbiamo incontrato il gestore che si affrettava a portar via le ultime cose. Il rifugio non prevede stranamente apertura invernale. Eppure di via vai di gente ce ne sarebbe anche d'inverno, visto che il Zendleser Kofel è una cimetta frequentata sia da scialpinisti che da ciaspolatori, così come tutta l'area sottostante intorno alla Zanser Alm, che costituisce la parte finale della val di Funes.

la Schlüterhütte


Poca neve anche in cima: da ramponcini.




Geisler Odles


al centro (forse) il Cristallo (???)


Al Kreuzkofeljoch, poco distante dalla Schlüterhütte, qualche consiglio per ulteriori passeggiate.






0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento