17 agosto 2016

all'agritur Rincher (valsugana)

Chissà se gli abitanti della Valsugana si sono accorti che oggi splendeva il sole poche spanne al di sopra dei loro crani...

nebbia in val pad ... ehm Valsugana

Probabilmente si saranno svegliati con un bel "osti! ancora una giornata di merda, diobbbonoooo"



Eh si, il sole l'avranno visto solo intorno a mezzogiorno, mi sa ...



Noi abbiamo bucato le nuvole dalle parti di Roncegno. Viste le previsioni comunque malefiche (che davano maltempo a partire dal primissimo pomeriggio), ci siamo limitati ad una breve passeggiata fino al passo Portela, e poi ci siamo fermati a rifocillarci in un bel posticino che avevamo già addocchiato un annetto fa: l'agritur Rincher, a scarsi 1600m tra i boschi ai piedi della piramide del Fravort.

Non mi capita spesso di fermarmi a mangiare da qualche parte in Trentino e alzarmi soddisfatta. Di solito troviamo posti senza lode né infamia, di cui non ho particolari ricordi.
Del Rincher invece mi ricorderò senz'altro la cortesia assolutamente non pelosa. Ché io detesto di stomaco i sorrisi di circostanza e la gentilezza da contratto.

Anche in cucina non falsificano.
Finalmente qualcosa di particolare, insolito. Saporito ma non salato, come piace a me.

gnocchi alle erbette



antipasti

E poi ci han proposto, tra le altre cose, quello che è una loro invenzione di cui mi pare vadano particolarmente orgogliosi:



Buono e originale.

con lucanica e cipolla



con funghi e pancetta

E mi hanno portato pure un habanero!


È che la sottoscritta non è più capace di ingozzarsi come ai vecchi tempi, che gli anni passano e stomaco e fegato reclamano attenzioni, altrimenti avrei assaggiato ancora qualcosa. Perché ho sentito cose nel menù che meritano di essere indagate bene. Onde per cui ci si torna, 1, 2, 3, 4 volte, finché non si è testato ben bene tutto.

0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento