30 luglio 2016

alla Grasleitenhûtte (rifugio Bergamo)

Trento → Bolzano nord → Tschamintal (val di Tires) → parcheggio Lavina Bianca (1170m ca)
Sentieri  3  3A

Prima tappa al Rechter Leger (1600m ca), dove già alle 8 di mattina alcuni villeggianti hanno occupato i posti a sedere per un probabile picnic.






Ad un bivio scartiamo immediatamente il sentiero 3B che sale su per il Barenloch (via semiattrezzata) e che porta al rifugio Tires, e continuiamo lungo il 3A che sale su per la Grasleitental.

la Tschamintal vista dall'alto del 3A


l'arrivo alla Grasleitenhûtte (rifugio Bergamo) a 2134m ca


simpatico benvenuto (per i non germanofoni: herzlich willkommen → benvenuti di cuore)

I gestori tirolesi tengono fede a quanto han scritto sul prato: l'accoglienza è fin troppo calorosa. Riescono a tirarmi fuori dal mio mutismo, impossibile non rispondere alla raffica di domande (da dove venite? a che ora siete partiti? e come state? è andata bene la salita? e adesso dove andate? posso darvi qualcosa? vi sedete fuori o state dentro? belle le capre, vero? avete bisogno di altro?)

C'è anche un pasciuto gattazzo nero nel comitato di accoglienza, che mi sono astenuta dal calciare solo perché non ci hanno lasciati soli un secondo. È la prima volta che vedo un fetente acchiappa-uccellini in un rifugio, e spero anche l'ultima.

Dopo la sosta ci alziamo ancora per un centinaio di metri, fino a entrare nel Grasleitenkessel (Conca del Principe) da cui partono da un lato il sentiero per il Passo Molignon a 2600m, e dall'altro il sentiero per il passo Principe, anche questo a 2600m.



L'ambiente si fa brullo e roccioso.

Grasleitenkessel


le cime di Valbona; oltre c'è la valle del Vajolet con le sue cattedrali di dolomia


Son quasi 20 anni che vado in giro per monti e mai mi era capitato di trovare una stella alpina. Olé!




un giglio martagone


una negritella




0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento