9 novembre 2015

cortes apertas a Ovodda

"Cortes apertas", -cortili aperti- è una manifestazione eno-gastronomica culturale che da un po' di anni coinvolge buona parte dei paesi della Barbagia, ossia il cuore della provincia di Nuoro.
Da metà settembre a metà dicembre, ogni fine settimana, le persone che vivono in questi antichi borghi aprono le porte di casa propria ai visitatori, ai quali vengono offerti prodotti tipici come dolci, vino, pane, formaggi, ortaggi e frutta; oppure vengono allestiti laboratori tramite i quali vengono illustrati quelli che erano e sono i mestieri tradizionali: la preparazione del pane, della pasta, dei dolci, dei formaggi, l'intaglio del legno, l'impagliatura delle sedie, la lavorazione dei pellami, o anche la pittura, la decorazione della ceramica, la scultura dei menhir, il confezionamento dei cestini, la creazione di monili in argento e altri materiali, la lavorazione della lana, dei tappeti e dei tessuti in genere.

Ciascun paese che aderisce al progetto esprime le proprie culture in modo diverso, anche se dista pochi km dal paese più vicino.

L'idea, nata principalmente per rilanciare una zona della Sardegna solitamente lontana dagli itinerari turistici più blasonati, ha avuto un inaspettato successo, non solo tra i visitatori stranieri ma soprattutto tra i locali.

L'effetto più positivo di questa manifestazione, a parer mio, è che finalmente si è palesata una gran voglia reciproca di conoscersi. Paesi o intere province divise da annose diffidenze si sono incontrate e hanno scoperto che le cose in comune sono molte di più delle differenze.

Ovodda, comune di 1700 anime circa, 750 m di altitudine. Prima volta per me, una bella scoperta.
Gente generosa e accogliente.



Un pittore locale si è affrescato le pareti di casa in modo spettacolare. Invidia e stima.



Mentre una giovane donna si è specializzata nell'allestimento di presepi molto personalizzati, diciamo a sfondo locale.















Le entrate dei cortili privati son state addobbate con fiori e piante tipiche della zona: corbezzoli, mirto, pàampini di vite.



Zaini artigianali in pelle.







Rivisitazione locale dell'albero delle pere!


Portato a casa:
pane locale
fiore sardo originale
crema di fiore sardo
timo essiccato molto aromatico e profumato
cioccolato


0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento