15 gennaio 2015

Don Lapo Cormerlone

E' diventata - come dire -  una merla de panza.


burp


riburp


straburp


minkiaburp


estòburp


troppoburp


urcaburp

Presidia e pattuglia il quadrilatero di sua - ehm - proprietà con autorevolezza conferitagli da pandoro Bauli, formaggio Asiago, mele Melinda e -last entry- ciccioli della val padana emiliana. Ma il tocco finale glielo ha dato il primo moscone dell'anno, trovato mentre passeggiava incauto e ignaro vicino alla porta-finestra e finito a razzo nel suo piatto.

Un pomeriggio, mentre rientravo a casa, ho trovato un merlo nero asfaltato proprio sotto le mie finestre. Forse quello che la infastidiva, perché non l'ho più visto planare in balcone.
Sta a vedere che è stata lei a spingerlo sotto le ruote.

E comunque anche la mia presenza non è gradita sul suo balcone. Se esco per buttare qualcosa nei bidoni mi lancia certe occhiatacce che quasi quasi comincio a temere per la mia incolumità. Questo per dire che se faccio un volo dal balcone giù in strada non è che mi sono suicidata o che son caduta accidentalmente; è lei che mi ha assassinata. Sappiatelo.

[cresci merli cresci porci]


0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento