15 ottobre 2014

il mare d'ottobre e i suoi estimatori

Tra la fine di settembre e la metà di ottobre un'inaspettata orda di visitatori è approdata sulle spiagge sarde spingendosi fin nelle zone interne.
Non si tratta di clandestini a bordo di carrette ma di turisti, provenienti per la maggior parte dal nord Europa.
Han colto tutti di sorpresa, in primis gli esercenti e i gestori di chioschi e stabilimenti balneari appena dismessi; ma nessuno si è lamentato, né tra gli indigeni né tra gli ospiti.
I nord europei in particolare, con l'autonomia mentale che da sempre li caratterizza, si sono armati di panini e teli da spiaggia e hanno occupato pacificamente le spiagge. Tanti si son cimentati nelle immersioni.
Han trovato tempo mitissimo, sole in abbondanza, poco traffico e poche resse.

E mentre al nord pioveva che Jupiter la mandava, noialtri si andava a zonzo tra un tuffetto e l'altro, a caccia di angolini poco conosciuti della costa del sud ....













&












































0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento