4 febbraio 2014

sui danni della cattiva scienza


I danni delle affermazioni pseudoscientifiche, quelle incontrollate a mezzo stampa, della cattiva istruzione, li subiscono tutti coloro che non hanno e non possono avere i mezzi culturali per discernere tra verità provate e cialtronerie da affabulatori.

Ma li subiscono anche tutti quelli che fanno vera scienza, e che a causa del dilagare dei falsi esperti (ma abili comunicatori) vedono la propria credibilità ed autorevolezza -nonché il frutto del proprio lavoro- declassati a livello di chiacchiera da bar o da forum.

Molto interessante per me - e non poteva essere altrimenti - il capitolo "perché le persone intelligenti credono alle cose stupide" , un tema molto caro a chiunque sia passato per il Cicap sia come attivista che come simpatizzante. Si parla di illusioni cognitive, come e perché ne cadiamo vittima, come riconoscerle e come arginarle.
[Da integrare con la lettura di un altro gran bel libro, "Nati per credere", di Giorgio Vallortigara, Telmo Pievani e Vittorio Girotto. Qui c'è una recensione di Marius De Biasi, socio dell'ormai defunto gruppo locale del Cicap, e qui quella di Silvano Fuso per il Cicap nazionale]

L'autore ( Ben Goldacre ) ce la mette tutta per non essere troppo deprimente nel raccontare la mole di castronerie che ci propinano i venditori di illusioni, anche facendo un buon uso di ironia che da un britannico proprio non mi aspettavo.
Ma la cosa sconfortante è questa: parla della sua nazione, non della repubblica delle banane. E per chi spera sempre che nel vecchio continente, varcati i confini del manicomio italia, ci sia tutto un mondo basato su solidi pilastri di serietà, è una bella sberla.

La traduzione, a mio avviso un po' pedante, rallenta a tratti la scorrevolezza della lettura, che già di per sé non è semplicissima, ma è un libro che merita di essere letto e magari anche riletto, prendendosi tutto il tempo necessario.

Costa un pochino, 22 €.

Un corrispettivo e validissimo autore italiano del genere potrebbe essere Dario Bressanini, che coi suoi 2 bei libri ( Pane e Bugie  e  Le bugie nel carrello ) fa un ottimo servizio di divulgazione, con linguaggio semplice e accattivante comprensibile anche per i diversamente istruiti.
13 € e qualcosa il primo, 12 € e qualcosa il secondo (ma in una libreria di Trento che faceva sconti li ho comprati a prezzo inferiore).

0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento