9 gennaio 2014

giro nella Tschamintal (val Ciamin)

Sveglia all'alba e colazione per tutti: e quando dico tutti intendo proprio tutti i componenti della famiglia.
Costei ormai ha preso l'abitudine di presentarsi non appena vede luci e movimenti in casa.
[ una volta o l'altra approfitterò del buio per metterle le mani addosso come i peggiori maniaci sessuali, ma solo per sentire com'è fatta sotto quelle piume ]

" embé, se magnate voi a quest'ora, tocca magnare anche a me "

Trento - Bolzano nord - val di Tires - Weisslahnbad (Bagni di Lavina Bianca).
Sentieri 3 - 13 - 13/B

In val di Tires ci accoglie una nebbia così fitta da farci quasi tornare indietro. Invece, appena superato il paese, ce la lasciamo alle spalle: di fronte è tutto libero. Olé.
Da Weisslahnbad passando per la Tschamin Schwaige, primo tratto sul sentiero 3  tutto nel bosco, alternando neve, ghiaccio e dura pietra. Arrivati sulla comoda forestale che arriva da S. Cipriano finalmente si va spediti.
All'incrocio successivo meglio tenersi sulla sinistra e fare il giro in senso orario, esattamente come consigliano sia la segnaletica che le guide in nostro possesso: solo così lo spettacolo del Kesselkogel/Catinaccio d'Antermoia è assicurato.






























Al Rechter Leger, 1605m ca., inversione di rotta: si torna indietro passando sulla forestale alta.

Rechter Leger



Incredibilmente non abbiamo incontrato anima viva per tutta la val Ciamin; solo alla fine del giro, quando siamo quasi arrivati a S. Cipriano, ci son venuti incontro 4 sparuti ciaspolatori che parevano anche poco convinti di proseguire.
Per noi benone così: non ci capitava da tempo di fare una bella passeggiata in totale solitudine e silenzio, che ogni tanto non guasta.

0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento