7 settembre 2013

al Waldner See (lago della selva) - Prettau

Trento - Bressanone - val Pusteria - valle Aurina - Prettau
Sentieri un po' incasinati: 16A che poi diventa 16B,  15B che diventa 16B, poi 15A che diventa 17, poi 17 che ridiventa 16A e poi boh! non mi ricordo più. Indispensabile mappa.

Prettau, ultimo paesino della valle Aurina con stazione dei Carabinieri. Devo dire che la visione della loro caserma ci ha dato un non so che di rassicurante, tipo "almeno se ci incendiano l'auto sappiamo a chi chiedere conforto".
Le nubi basse ci accompagneranno per tutta la mattina, impedendoci di ammirare il panorama intorno. Troveremo un'altra occasione, si spera.

Il sentiero per il Waldner See lo troviamo quasi subito, poco dietro il casone del municipio.
Dai 1450m di Prettau ai 2068m della malga Waldner ci sono 600m di dislivello quasi tutti nel bosco, e son ripidissimi. Ho ancora un po' di stanchezza accumulata durante l'ultima escursione di 2 giorni fa al Furkelsee, e a momenti mi sembra di non farcela. Ma è solo il caldo fastidioso: alla Waldner Alm c'è una bella brezza, e dopo breve sosta ristoratrice riparto più o meno dignitosamente.

Arriviamo al lago, situato a 2338m ca, poco prima delle 10.30; tutt'intorno ancora la maledetta nuvolaglia bassa che copre la visuale. C'è solo un gregge di capre, capitanato da un caprone molto fetente che emetteva dei versi osceni e davvero fastidiosi. Alla fine, non potendone più, mi sono avvicinata con intenzioni bellicose, convinta che ne sarebbe uscita una bella rissa ad alta quota; davvero l'avrei accoppato e mangiato sul posto, pur di non sentire più quei grugniti inqualificabili. Il caprone deve aver intuito la mia rogna, perché si è spostato - alzandosi di quota  - laddove io non avrei mai potuto raggiungerlo, e da dove ha continuato a grugnire con fare sprezzante, per poi zittirsi e sparire all'improvviso tra le nebbie. Spero l'abbia rapito e divorato un'aquila.

Waldner See, 2338m


Dal lago abbiamo proseguito in quota sul sentiero n.15A, che in condizioni climatiche ottimali si intuisce essere spettacolare; si dovrebbero poter vedere, infatti, tutte le cime che corollano la Valle Aurina: il Dreiherrnspitze (Picco dei Tre Signori, 3500m), il Rötspitze (Pizzo Rosso, 3496m), il Löffelspitze (Pizzo Cucchiaio, 3190m ); e questi sono solo i più famosi.




verso l'alpeggio detto Marchsteinboden


si inizia a scendere


in mezzo alla nuvolaglia si intuisce il Dreiherrnspitze (Picco dei Tre Signori, 3500m)











Merbspitze?




Dal lato opposto della valle c'è un elicottero che sorvola gli alpeggi della Alprechalm; a fine giornata scopriremo che proprio lì, di fronte a noi, uno sfortunato escursionista è caduto malamente e ci ha lasciato l'anima. È un attimo, non importa a che quota tu sia, che scarpe hai, che attrezzatura hai, che esperienza hai: metti un piede in fallo ed è finita.



Scesi alla Kaseralm, seguendo le indicazioni per Prettau, siamo tornati al punto di partenza. L'auto è ancora integra e al suo posto. Gli abitanti della zona sono impegnati con lo sfalcio dell'erba, ma ci salutano tutti, o quasi; più le donne degli uomini, più gli anziani dei giovani.

Kaseralm, 2043m





Löffelspitze (Pizzo Cucchiaio, 3190m ) o  Rötespitze?


E questo non l'ho capito: forse gli italiani arrivano a Predoi in 40 min, mentre i sudtirolesi arrivano a Prettau in 50 min? Beh, noi terroncelli abbiamo fatto di meglio: da questo punto ci siamo arrivati in 30 min.
Comunque questo, e tutta la faccenda ignobile della segnaletica bilingue si/no - monolingue si/no, mi sembra un bell'esempio di globalizzazione della coglioneria, che ormai non risparmia più nemmeno gli amanti (o sedicenti tali) della montagna.


Conclusione: zona molto bella, dove non ci eravamo mai avventurati prima; individuati almeno 3 itinerari invernali interessanti per ciaspole. A meno che non ci caccino via a randellate è probabile un ritorno a breve.

0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento