3 agosto 2013

merenda boscaiola


Nel sottobosco si vedono ancora tantissime fragoline, che apparentemente non interessano alcuno perché stanno appassendo.

Non so come sia regolamentata esattamente la raccolta dei frutti di bosco, ma sospetto che ci sia un limite all'arraffamento. Quindi, se non si ha voglia di scassarsi le corna cercando di reperire informazioni chiare e sensate, e soprattutto per non incorrere in multe e/o figure barbine, è meglio disfarsi della prova del reato in loco.
Ergo, si va a fare la passeggiatina pomeridiana a pancino semivuoto, come quando si va a qualche sagra sapendo che si finirà con l'ingozzarsi a schifìo.

Io, nota snob schizzinosa, con vibrante spirito di sacrificio ho dato un senso all'esistenza di tutte queste povere fragoline ignorate dai più: solo questo pomeriggio ne ho raccattato e ingurgitato almeno 4 etti.
E codesta gozzoviglia va avanti da un mesetto: finora, in giro per i boschi della provincia, ne avremo spazzolato minimo minimo un paio di kg.

Con tanti cari saluti a quella azienda così brava a vendere il proprio marchio sul mercato dei piccoli frutti, e che a nostro modestissimo e soggettivissimo parere rifila della roba inodore e insapore (quando non è aspra...), ma così ben curata nell'estetica e nel confezionamento da sembrare quasi vera.

0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento