7 agosto 2013

Eisbruggsee (lago ponte di ghiaccio)

Trento → Bressanone → Valle Aurina → Valle Selva dei Molini  → Lappago → lago di Neves (1856m) → parcheggio 4 €
Sentieri: 26A e 13

Prima considerazione: il nome Ponte di Ghiaccio, che indica sia il rifugio che il lago poco distante, non deve trarre in inganno. Cioè, non si deve necessariamente pensare che questi siano posti freschi; se sull'Europa intera arriva la caldazza africana, è sicuro che arriva anche qui, e non c'è ghiaccio che tenga.

Seconda considerazione: il sentiero n.26A che dal lago di Neves porta al rifugio Edelrauthütte (rifugio Ponte di Ghiaccio) attraverso la Pfeifholdertal (Valle della Pipa) era disseminato di fazzolettini, cicche di sigarette, piccoli imballaggi vari, 1 sacchetto di carta del pane, 1 bottiglietta di gatorade + scarti di medicinali (!).
Il fatto che il parcheggio al lago fosse pieno di auto con targa italiana è solo una zozza - molto zozza - coincidenza, of course.


la segnaletica poco oltre il parcheggio

La speranza di fare una comoda escursione fa subito a cazzotti con il caldo anomalo arrivato fin quassù. L'assoluta mancanza di una minima ventilazione mi atterra da subito; mettiamoci anche un irraggiamento solare martellante, amplificato dalle rocce grigio/bianche che arredano il sentiero, e la cottura è perfetta.

si sale sotto il sole


sempre più bollita nella Valle della Pipa ...


tra i massi già surriscaldati, quasi crisi termica


in vista dell' Edelrauthütte (rifugio Ponte di Ghiaccio)


strane infiorescenze

Arrivata al rifugio, a 2545m, decido furiosa che per oggi non mi muovo più. La salita alla vicina Napfspitz (cima Cadini  - 2888m ), con auspicata calata ai sottostanti Seebergseen, è rimandata a tempi migliori.

arrivo al rifugio








a dx la Napfspitz (cima Cadini  - 2888m )


il sentiero n.1 che porta all'Hochfeiler (Gran Pilastro, 3510m) passa da qui

Soltanto verso mezzogiorno si alza un po' di vento fresco, così decidiamo di calare di circa 200 m per refrigerarci al lago. L'immersione nell'acqua fredda, anche se solo parziale, sarà la mia salvezza.

Eisbruggsee (lago Ponte di Ghiaccio) 2350m


un imbrattatele deve aver dimenticato il suo attrezzo sul sentiero che porta al lago


Eisbruggsee (lago Ponte di Ghiaccio) 2350m


Eisbruggsee (lago Ponte di Ghiaccio) 2350m




Riprendo vigore e dopo una generosa sosta compio a ritroso e in salita i 200 m di dislivello  verso il rifugio; e senza la minima sofferenza, benché sia già pomeriggio inoltrato.
Il rifugio riecheggia dell'italico idioma ed è tappezzato da una pittoresca fauna allegramente variopinta.
Decidiamo di ridiscendere verso il lago di Neves e di fermarci alla Untermaurer Alm: anche qui l'italico idioma la fa da padrone.

vista verso i ghiacciai del Groβer Möseler ( Gran Mesule, 3480m )





scorcio del lago di Neves, 1856m


lago di Neves, 1856m

Antropologicamente degne di nota 2 carampane che stazionavano nei pressi della Untermaurer Alm con la stessa pertinenza di una cozza che staziona sull'Everest: caracollavano sotto il sole su delle comode scarpine con la zeppa di almeno 6 cm, vistosamente in bilico.
Nella mia galleria degli orrori umani avvistati tra i monti non sono neanche da primo posto, avendo visto e sentito di peggio.
Addà passà agosto.

0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento