28 aprile 2013

tiene famiglia








 me l'ha fatta grossa, la delinquente ...







Lo so che il merlo nero che l'ha messa incinta l'ha mollata appena ha visto le uova, e adesso lei si ritrova a dover accudire non so quanti polletti tutta da sola.
Lo so perché viene da me un'infinità di volte al giorno, e preleva quasi esclusivamente formaggio, di cui si ingozza in maniera comica per poi prendere il volo e portarlo a quegli ingordosauri che sicuramente frignano da mane a sera ogni 2 minuti.

non sono escrescenze patologiche quelle intorno al becco, sono pezzetti di asiago che schizzano fuori perché non c'è più posto per stiparli

Ieri ho cercato un contatto, così ho tenuto il formaggio sul palmo della mano poggiato a terra; volevo solo vedere se si fida di me al punto di mangiare dalla mia mano. Dopotutto ci conosciamo da più di un anno (qui la storia del nostro primo incontro), e ricordo ai miei 4 lettori imperterriti [più i vari anonimi] che è dal 15 gennaio di quest'anno che la nutro quotidianamente, le do riparo in caso di pioggia/vento/neve, e la difendo dagli altri merli cattivi.

Dunque? dunque alla vista del formaggio ha spalancato come al solito gli occhietti, però "azz" - deve aver pensato - "perché non sgancia e poi mi fotografa a distanza come al solito?"
Ha cominciato a saltellare intorno alla mia mano, poi chinava la testolina di lato e mi guardava di striscio; si avvicinava e si allontanava, sempre più agitata.

E alla fine l'onta: è saltata sul vaso delle mie violette, ha strappato un petalo e me l'ha gettato sotto il naso, come a dirmi "miiiiiiiii, che belle violette!!! ti piacciono le violette? vuoi trovarle ancora tutte intere domani mattina? e allora molla il cacio, e subito anche, che tengo famigghia".
Con una faccia tosta che neanche Al Capone.
Ci son rimasta talmente di cacca che ho lasciato il malloppo senza manco dire bah.

La cosa più avvilente è che il maritozzo l'ha pure difesa, attribuendo questo suo atto violento alla prova lampante della sua intelligenza, dimostrando che mi conosce bene e sa perfettamente cosa non voglio che faccia sui miei vasi. E ne approfitta per ricattarmi.

Mi ero già accorta della sua propensione ad essere un tantinello dispettosa, perché quando non mi trova in casa per giorni interi (ecchediamine, pure io ho le mie cose da fare) mi incasina tutto il balcone e scacazza in ogni angolo.
Ma minacciare di infierire su delle povere e tenere violette ...

Oggi ho ripetuto l'esperimento.
Ha messo su una faccia contrita, ha cominciato a saltellarmi tutt'intorno, ma a beccare dalla mia manina non è venuta; nessun attentato alle mie violette, stavolta, però quando ho capito che stava per andarsene con le fauci vuote le ho ceduto le sue scorte e l'ho lasciata in pace. Sentendomi pure un po' strunza.

0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento