6 marzo 2013

alle falde del Cevedale

La val Martello è una di quelle valli che all'inizio sono buie e opprimenti ma alla fine sono uno spettacolo, specialmente in presenza di neve. Un pellegrinaggio di ripasso ce lo concediamo sempre volentieri.
Lasciata l'auto a quota 2050m ca, più o meno al termine della strada, col sentiero 150 in direzione della Zufallhütte (rifugio Nino Corsi), poi col 103 sino alla Martellerhütte (rifugio Martello) e oltre.


in vista della Zufallhütte, 2260m ca



salendo alla Martellhütte si comincia a vedere la punta del Konigspitze (GranZebrù - 3850m) 



Martellhütte, 2610m; in questo periodo e sino ad aprile aperta tutti i giorni



il Cevedale coi suoi 3768m dà spettacolo



in case you wish to change landscape ...







qualcosa del ghiacciaio spunta sotto la coltre nevosa






La tentazione di salire alla Köllkuppe (cima Marmotta, 3330m) è tanta, ma quel che manca son delle ciaspole adatte, magari le Tubbs Flex Alp.





la Martellhütte vista da sud



il sentiero che abbiamo percorso in mattinata per raggiungerla, bello ripido ma per fortuna breve



verso la Madritschtal (val Madriccio)


Giornata esageratamente calda, credo che la prossima estate non avrò il coraggio di andare a vedere lo stato dei ghiacciai.

0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento