13 settembre 2012

curiosando in val sarentino

Un po' angusta la strada per arrivarci da Bolzano, si percorrono gallerie buie e strette; ma ne vale la pena, almeno dal punto di vista paesaggistico.
Una zona dell'Alto Adige i cui abitanti - ma solo quelli -  mi hanno ricordato i nònesi: diffidenti e abbastanza freddi.

una bella casina tipica all'inizio dell'abitato di Valdurna


la chiesa di san Nicola, a Valdurna


i suoi affreschi son rinomati











il lago di Valdurna


salendo alla Seeb Alm


viottolo largo e sconnesso prima della malga, dove ho rischiato di lasciare un'impronta del mio onorevole fondoschiena






Quando arriviamo alla malga è tutto chiuso, non c'è un'anima a parte 4 galline che razzolano intorno e mucche in giro per i prati.



Ah si, dimenticavo codesto essere ferocissimo lasciato a guardia della malga. Ho cercato inutilmente di circuirlo per allisciargli il pelo, ma non s'è fatto adulare, il superbo. Scemo.


sul fondo del lago di Valdurna cresce un'affascinante foresta subacquea popolata da pesci


non sembra, ma è proprio sotto il pelo dell'acqua, e ne segue ondeggiando i movimenti


ho chiesto in giro che tipo di vegetazione è questa, ma zero risposte





una trota si avventura nella boscaglia lacustre



E finalmente riesco a beccare abbastanza da vicino uno di questi farabutti. Sono anni che do loro la caccia (armata di macchina fotografica, ça va sans dire), ma son sempre troppo veloci per riuscire a immortalarli in modo semi decente. Questo bell'esemplare rosso faceva scorta di pignette sul ciglio della strada, e prima di fuggire via mi ha fatto pure un versaccio che sembrava tanto un pernacchione.



Il gattazzo non son riuscita ad acchiapparlo, ma questa lucertolina nera si.
Bello vedere che non ho perso la capacità di rompere le balle a tutta la fauna che mi càpita a tiro; è che son cresciuta in mezzo a cani-gatti-pappagalli-pesciolini-tartarughe-galline-conigli-fratelli e sorelle, e ogni tanto ho bisogno del contatto con gli animali ..

0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento