30 luglio 2012

intrusioni di un'apolide

Dinamica Provincia, ho imparato che ogni volta che mi assento per un po' al mio rientro troverò tante gustose novità: un cantierino, una strada chiusa, una nuova rotatoria sperduta, un avveniristico complesso residenziale, beach volley in quota; e poi oggetti strani mollati qua e là per strade, boschi, monti, che non sai se sono opere d'arte che tu - 'gnorantona che altro non sei - non arriverai mai a decifrare, o spazzatura lasciata lì da qualche maleducato elemento...





...azz, dalle mie parti invece è sempre tutto uguale, non cambia mai nulla, e - per dire - è ancora utopia trovare un creativo all'avanguardia capace di piazzare un bel monumento agli sci sulla spiaggia. Solo le solite scorie di remote esercitazioni militari e le chiazze perse dalle petroliere che il mare ogni tanto vomita in riva. I soliti retrogradi.

28 luglio 2012

guarda la fame di mezzanotte...

...icché mi fa postare.

Una volta si chiamava Zi' Ferdinando (Gragnano - NA), ora Addò Masto (traduttrice fuori uso, sorry) ma a parte la denominazione non è cambiato nulla. Anzi, si: ora ci servono anche il panuozzo, specialità.

frittelline di alghe e crocchette di melanzane











scamorza imbottita...


...con prosciutto cotto e olive verdi


'o panuozzo...


con salsiccia e broccoli...


Con grande scuorno non son riuscita a finire tutto, cosa starà tramando il mio fegato io non lo so.

14 luglio 2012

al lago del forame

Perché i conti vanno sempre saldati: stesso percorso, ma stavolta senza sbagliare.
Quasi 2 h 30 di salitona ripida per 1200m ca di dislivello, da farsi preferibilmente all'alba e da evitare in caso di calura, perché fino a prova contraria si vive una volta sola.

cascata lungo il sentiero 317


malga forame alta


la piana in cui ci impantanammo 2 anni fa, stavolta evitata accuratamente


arrivati alle 10 e già una caldazza infernale: neanche un cespuglio rachitico sotto cui fare la consueta siesta alla messicana


lago del forame - 2260m ca



lago del forame - 2260m ca


Dopo di noi arriveranno ben altre 6 persone, facciamo 5 e ½, visto che uno era un bambino beatamente trasportato sulle spalle da un padre-mulo sudato come un'acciuga sott'olio.

cima dell'inferno - 2330m ca


cimon di val moena - 2490m ca

Rimediato: ustioni varie, colpo di calore, colpo di sole, mal di testa da craniate sul granito, nausea, scassamento inenarrabile di maroni. Mi ci mando da sola.

5 luglio 2012

up on the roof