20 maggio 2012

facce da schiaffi all'arrembaggio

[per dare un tocco di leggerezza a questi giorni infausti - per fortuna esistono gli animali]

 
....pistaaa...pistaaa....largooo...permessooo...fatemi entrare! fatemi entrare! sono una ficcanaso.....!


...e allora? si mangia eh? si mangia? che sgancia di buono la casa oggi? insomma, si mangia si o no?


ullallà...scronch scronch .... chomp chomp .... buono .... BURP .... PLOP... opsss! ehm, grazie....


Succede sempre così, una fimmina della specie umanoide appena le arriva un figlio, un gatto, un merlo (inteso anche come fidanzato), diventa pallosa e non fa altro che parlare del suo esserino, di quanto mangia, di quante cacchine fa, di cosa combina.

Vabbé, io sono diventata pallosa, ma mai quanto lei


[sia chiaro, l'effetto pallosità esagerata gliel'ho conferito io coi miei potenti mezzi fotografici, non è che l'ho ridotta davvero così a biscottini, pere e croste formaggifere]

2 commenti:

  1. inevitabile anche la "sindrome da nido vuoto", visto che, dopo ben 3 mesi durante i quali mi ha sfruttata full time, se n'è andata con un merlo nero. Cresci merli cresci porci .... :D

    RispondiElimina