25 aprile 2012

sto allevando un mostro

Non bastava che si appollaiasse sulla ringhiera del balcone e spalancasse il becco come un pulcino che chiede alla mamma di essere imboccato (e io che accorro con briciole, frutta e formaggio).....ora mi chiedo se questo è modo di presentarsi per scatenare il mio peggior istinto materno ansiogeno/protettivo:


Peggio per lei, le ho detto che se al prossimo giro di pioggia mi si para davanti ancora in queste condizioni l'acchiappo e la lego davanti al deumidificatore.
Comunque mi è diventata una picchiatrice. E pure chiatta. Appena qualche altra merla osa avvicinarsi al "suo" balcone giù beccate, e poi risse che vanno a finire sul marciapiede. L'altro giorno era lei da sola che si azzuffava con altre 2 merle, e tutte assieme formavano il classico gomitolo di penne e becchi di cui non si capisce niente. Una vergogna. E io che la credevo una merla perbene.

Bé dai, oggi è entrata in cucina e mi ha aiutata a fare pulizie: ha raccattato le briciole sotto il tavolo e negli angolini, meglio di un aspirapolvere.

(post ripetitivi, lo so, ma con questo tempo ... e poi io a questo essere ci sono più che affezionata : ormai fa parte della famiglia)

2 commenti:

  1. La prossima volta tira su una gazza ladra che almeno contribuisce al bilancio familiare! ^^
    Scherzi a parte, è davvero bella tutta impettita che fa la finta disinteressata ;)

    RispondiElimina
  2. una gazza ladra .. mumble mumble ma che bella idea! :)))
    stamattina mi ha tenuto il muso (anzi, il becco) per 2 ore: era offesa perché ieri non mi ha trovata per tutto il giorno. Però davanti ad una fragolina si è sciolta (in TUTTI i sensi) Che essere :)

    RispondiElimina