9 dicembre 2011

lago erdemolo

Da Palù del Fersina, ultimo avamposto della valle dei Mòcheni, col sentiero 325 andiamo a placare corpo e mente. Due cose saltano immediatamente agli occhi:
1) la mancanza quasi totale di neve; per trovarne giusto uno sputo bisogna arrivare fino ai 2000 metri del rifugio e del lago Erdemolo
2) un ponticello sul torrente, dall'architettura un po' anomala: un unico parapetto lo divide longitudinalmente, come a voler fare 2 corsie di marcia. Mancano invece completamente i 2 parapetti laterali, quelli che dovrebbero evitare pericolosi scivolamenti nell'acqua. L'avranno studiato così apposta in preda a estro creativo post libagioni?


bah



uno sguardo verso sasso rosso (forse)



zero neve anche sui versanti sud occidentali di monte ruioch, monte conca, cima palù


al lago un po' di neve c'è, ma ghiacciata: benedetti ramponcini che mi ci hanno portata



il monte del lago, nel suo piccolo, qualche valanghina l'ha scaricata; non si nota bene, ma sono 2, proprio sulla traiettoria che porta al passo del lago, a 2260m ca


lago erdemolo, salendo verso passo del lago



una delle 2 valanghe, vista da vicino, ci scoraggia definitivamente



questa salita non s'ha da fare; c'è pure un gran bel vento, meglio non azzardarsi.


E abbiamo fatto bene.
A fine giornata notizia di valanga in Marmolada, con coinvolgimento di 3 escursionisti e relativo intervento degli elicotteri del soccorso. Vento forte e neve fresca, benché poca, non lasciano molti margini di sicurezza. Gente, piuttosto che rischiare di farsi male e mettere a repentaglio anche la vita dei soccorritori solo per puro egoismo e megalomania meglio fare altre cose: non c'è solo l'escursionismo per dare un senso ad una bella giornata di sole; a volte basta anche un buon stinco di maiale con contorno di patate al forno, sbranato in buona e amorevole compagnia.

2 commenti:

  1. Come si capisce dov'è passata una valanga? Io le so riconoscere solo in due casi, quando sta arrivando o quando si vedono spuntare dal terreno diverse paia di gambe con sci attaccati....
    ^^Buona domenica!!

    RispondiElimina
  2. :D
    bhé, la valanga non è altro che una frana, dunque quando vedi il manto nevoso interrotto ... meglio fuggire a saetta, a meno che non abbiate la certezza che sia ormai già ben assestata. Su alcune valanghe ci ho anche camminato sopra, e sempre col timore di inciampare in qualche resto di escursionista sepolto :)) ma non lo faccio mai a cuor leggero, anzi paura ... O_O
    nelle foto che ho postato purtroppo non è facile localizzarle, non son riuscita ad evidenziarle come avrei voluto; comunque si distinguevano bene, e visto il ventaccio che c'era abbiamo rimandato la salita a tempi migliori
    ciao buon weekend a voi :)

    RispondiElimina