28 settembre 2011

tacchi miei (3)

Essere fresconi ha i suoi bei vantaggi: molto è ancora da scoprire, dunque in teoria non ci si dovrebbe annoiare mai.
Io quasi ogni giorno faccio delle scoperte sensazionali: il sole che sorge, l'America, oppure che le calzature da donna munite di tacco si dividono in 2 categorie: quelle da zoccola e quelle da suora.
[Le uniche vie di mezzo sono quelle calzature che un tempo si chiamavano "ortopediche" per indicare una scarpa creata appositamente per chi ha gravi problemi fisici - che non è il mio caso, almeno finora]
Eh, si.


26 settembre 2011

né di solo mare, né di sola montagna

Guastalla (RE) - Piante e Animali Perduti.

Benvenuti in Emilia, dove la monotonia del paesaggio è compensata dall'ottima cucina a prezzi umani, dalla convivialità della gente, dalla vivacità della vita culturale e dalle mille opportunità di svago.
La scusa per tornare in questo pezzo d'Italia in cui mi trovo sempre più a mio perfetto agio è stata la mostra mercato "piante e animali perduti" alla quale hanno partecipato anche gli amici dell'Aispes e del forum dei Pepperfriends.
La base logistica per quest'ennesima scorribanda nella terra del lieto vivere la casa in cui ci hanno calorosamente accolto gli amici fraterni che colà abitano e vivono. Imperdibile occasione per beccare ben 3 piccioni con una fava (amici, mostra mercato, amici del forum).

22 settembre 2011

te vojo bene assai

Siore e siori, voilà: il più bello, il più buono, sua maestà illustrissima, l'habanero chocolate. L'ho allevato tutto io da sola, e ora mi tocca pure difenderlo dalle insane brame del Drago. Che a dire il vero vorrebbe tenerlo con noi dentro casa per tutto l'inverno anche dopo averlo spennato, per vedere se in primavera si riavvia. Mmmmmm.
In effetti sarà durissima separarsi da una pianta così spettacolare, bella e generosa.
In effetti sto già cercando di immaginare un angolino dove farla svernare. Perché mi sa tanto che non gliela fo a sopprimerla



haba choco quasi pronto


17 settembre 2011

tacchi miei (2)

Ecco quanto costa accudire un tendine infiammato:
35 Є per un'ecografia
16 Є di cavigliera
28 Є per un paio di talloniere rialzate e ammortizzanti
20 Є 60 per visita ortopedica
24 Є 80 per un farmaco che si chiama eutend (3 scatole)
12 Є 80 per un antinfiammatorio che si chiama dolaut
100 Є per un ciclo di laserterapia (10 sedute)
tot: 286 Є e rotti

e mi è andata di lusso, grazie ad un medico che si è fatto in 4 per prenotarmi personalmente le visite specialistiche in tempi brevi.
............................................................................................................................
Mi hanno caldamente ribadito: tacco di almeno 3/4 cm.
E io ora cosa dovrei fare, rinnovare l'intero parco scarpe???
"no, non è necessario, ne basta un paio, almeno per venire fuori da questa situazione, poi sta a lei decidere" (ortopedico)
"magari, sarebbe meglio. E per andare in montagna un bel plantare su misura e non ci pensi più" (tecnico ortopedico, così furrrrrrrbo e simpatico che mi ha convinta)
............................................................................................................................
"wow, come sei sexy in tacchi per casa, li porti proprio bene!" (il marito che mi merito). Costui ci si sta abituando, ma c'è ben di peggio: potrei abituarmici io.
............................................................................................................................
Che vergogna vergognosa; il prossimo che ride nel vedere una papera in bilico sui tacchi lo incendio. Così, perché mi va

precedente episodio

episodio successivo

12 settembre 2011

good friends


Ogni tanto qualcuno ha i regali che si merita.

9 settembre 2011

tacchi miei (1)

"quando si ha un tendine così delicato si usano scarpe con il tacchetto, metta da parte le scarpe basse che sollecitano troppo il tendine durante il passo"

I tacchi acchi???
A me???
e già che ci siamo perché non anche un completo restyling facciale, così almeno potrò fingere di essere un'altra???



continua 2° episodio


mavalà

7 settembre 2011

PANIC (on the streets of my brain)

Incredibile quanta allegra sanità mentale ti solletica l'immobilità forzata; non che prima sprizzassi gioia come una limpida fontanella, però un geyser (acido) ogni tanto ci usciva. Ora che mi hanno appena intimato "si stii ferma" ho raggiunto l'apice dell'ammmmore, del buonummmmore.
Dunque caviglia bloccata, in attesa di ecografia e altri accertamenti, che bellezza.

4 settembre 2011

permesso...








 prego, faccia come se fosse sull'habanero suo

2 settembre 2011

chocolate, l'invasione

Quello che hanno di speciale gli habanero, a parte la piccantezza e la bellezza, è che ti stupiscono sempre, anche quando credi di conoscerli bene. Li vedi rachitici tanto da deprimerti pensando che raccoglierai una beata mazza, e invece il giorno dopo li trovi tutti in fiore. Poi i fiori cadono, e allora ripensi che raccoglierai una beata mazza, e invece quelli te ne fanno ancora, finché ti svegli una mattina, fai la conta e ti trovi 36 peperoncini sulla stessa pianta che fanno a gomitate per eccellere in grandezza e vigore.

1 settembre 2011

non rispondo, ergo sum

Devo essere proprio aliena, se le regole della buona educazione che mi sono state impartite dai genitori e dalla scuola sono arabo per parecchi di quelli che mi vivono intorno.
Per esempio rispondere alle domande, cortesemente se possibile, o anche erroneamente, però rispondere. "Solo gli asini non rispondono", mi dicevano da bimbina, dal che ne deduco che sto vivendo a mia insaputa nella donkeyland per eccellenza.
Qualche esempio:
- mando una mail all'ufficio dei vigili urbani per avere delucidazioni circa un'ordinanza che non mi è chiara, e aspetto, certa che mi risponderanno (forse nella prossima vita). Risposta? zero

Qualche paragone col vicino Alto Adige, non con la Toscana, eh:
1) mando una mail alla trentino trasporti per avere chiarimenti su una qualche linea extraurbana, e aspetto, certa che mi risponderanno (forse nella prossima vita). Risposta? zero.
- mando una mail alla SAD (il trasporto locale dell'Alto Adige) e mi rispondono in italiano nell'arco di 24 ore.
2) mando una mail a vari gestori di rifugi del trentino per chiedere informazioni, e aspetto, certa che mi risponderanno (forse nella prossima vita). Risposta? zero
- mando una mail ad un rifugio dell'Alto Adige che sta sul confine con l'Austria, e mi rispondono in italiano nell'arco di 24 ore.
3) mando una mail a qualche ufficio turistico del trentino per chiedere informazioni, e aspetto, certa che mi risponderanno (forse nella prossima vita). Risposta? zero
- mando una mail a qualche ufficio turistico dell'Alto Adige e mi rispondono in italiano nell'arco di 24 ore, inviandomi pure svariato materiale informativo qualora loro non fossero stati abbastanza chiari.

Belli i siti internet di cui si dotano uffici pubblici e servizi privati in trentino, servono soprattutto a mostrare al mondo intero che loro sono sempre molto bravi e che sanno stare al passo coi tempi; peccato che poi non siano capaci né di usarli né di farli fruttare.

Spiace dirlo per quegli indigeni che sono invece persone normalmente socievoli, e alle quali va tutta la mia solidarietà, ma qui c'è un grasso-grosso-brutto problema nel relazionarsi, dovuto credo ad una ipertrofia dell'ego che porta parecchi locali a credere di essere i migliori di tutti, e di poter vivere egregiamente facendo a meno degli altri ( a patto che non manchi loro una scatola di antidepressivi).
Guai a dirglielo però: se ne risentono. E guai a fanculizzarli poi: sono anche capaci di restarci male.


Quello della cattiva educazione, o delle pessime maniere che dir si voglia, è il motivo numero 1 che ci sta portando con frequenza sempre maggiore a pensare di sloggiare; non lontano però, solo una 60ina di km più in là.
Perché io ci voglio pure provare a capire l'origine antropologica di tali modi di fare, ma non troppo; se il detto francese "tout comprendre c'est tout pardonner" è vero, beh, allora io son stufa di giustificare e dopo 14 anni penso che non ci sia proprio niente da capire. Questa cafonaggine è solo banalità.