26 aprile 2011

divina sonnolenza

Aprile, dolce dormire, anche per quegli aspiranti condottieri in passato armati di soli trattori e forconi che fino a pochi anni fa aborrivano le mafie e promettevano di macinarle a colpi di trebbiatrici; poi devono aver scoperto la comodità delle poltrone, la piacevolezza dei soldi guadagnati senza faticare e la soddisfazione di prender per il culo il proprio elettorato, notoriamente poco avvezzo alle letture e alla sana riflessione. Eh si, non ci sono più i ruspanti di una volta (li ho sbertucciati anche qui e qui).

Camorra, assalto alle imprese trentine
http://www.ladige.it/news/2008_lay_notizia_01.php?id_cat=4&id_news=104528

20/04/2011 08:44
TRENTO - A partire dall'autunno 2009, l'organizzazione legata al clan dei Casalesi che ruotava attorno alla finanziaria Aspide di Padova, sgominata la scorsa settimana, ha cominciato l'assalto alle imprese trentine. Un'opera di infiltrazione a colpi di erogazione di prestiti a usura a imprenditori in difficoltà e senza più credito dalle banche, e successiva estorsione di quote societarie e di intere aziende a pagamento del debito usurario. Sono almeno quindici le imprese della provincia vittime di queste operazioni. In un solo caso è stata sporta denuncia ed è partita un'indagine presso la procura di Rovereto. Per il resto emerge «la pressoché totale assenza di denunce o semplici segnalazioni da parte delle vittime».

21 aprile 2011

habemus tordus

Mi ero abituata a vederlo transitare sul balcone quasi quotidianamente, ma che addirittura arrivasse a bussarmi alla porta….



È un tardo pomeriggio, il Drago ed io siamo affacendati in serissime questioni: io col cazzeggio in internet, lui ai fornelli per confezionare una delle sue mitiche armi gastronomiche. Sento un verso ornitologico insolitamente squillante e mi convinco che sia entrato un qualche pennuto nella camera da letto; vado a controllare e nulla. Il verso continua, vicinissimo e quasi disperato, tanto che comincio ad agitarmi: "chi sei e dove diavolo ti sei infilato?" . E' il Drago a dirmi che il verso viene dal pianerottolo, dunque apro la porta che dà sulle scale condominiali e mi ritrovo davanti il pollo.


ehm, salve



Comincio con le solite domande pertinenti che mi escono in queste situazioni: "come hai fatto ad entrare?" "e adesso come facciamo a farti uscire?" "ma perché sei così pirla?".
Il nostro timore principale è che si lasci prendere dal panico e cominci a sbattersi sulle vetrate del giroscala fino a cadere tramortito. Invece no, non è poi così terrorizzato; riesco a mettergli le mani intorno, ma la paura di stringere troppo e fargli del male me lo fa sgusciare tra le dita come una saponetta. Qui ci vuole il Drago, che infatti con estrema cautela e delicatezza lo acchiappa. Il pollo non si agita, anzi, sembrerebbe quasi a suo agio il furbissimo.


non si sta mica scomodi qui


Ancora qualche foto segnaletica e poi lo liberiamo in balcone.
- azz, bello 'sto balcone, lo conosco bene, fammi vedere il mio angolino preferito….ah eccolo qui…., bé allora buonanotte eh?
- come, non voli via?
- ah si, giusto…., fammi dare un'altra occhiata dentro….mmm non sembra male…vabbé, sarà per la prossima volta, tschüß.

Cercando poi informazioni su questo affezionato portapiume scopro che è molto probabilmente una specie di tordo bottaccio; e lo scopro grazie (si fa per dire) ad alcuni siti e forum dedicati alla caccia. Pare che sparare ai tordi sia cosa buona e giusta per gli amanti delle doppiette. Siccome non credo che offrano un granché di polposo da mangiare, ne deduco per l'ennesima volta che l'attività venatoria, checché ne dicano i suoi fans, sia solo un altro modo per esternare quel troglodita duro a morire che certe persone si portano nel dna dall'alba dei tempi.
E lo dicessero chiaro e tondo almeno una buona volta, senza mascherarsi da tutori della fauna.

19 aprile 2011

a volte ritornano

Con quella faccia un po' strafottente, con quello sguardo un po' così, con quel beccuccio inconfondibile, e soprattutto con quell'impudenza.....sisisisisi è proprio lui................
ma allora cinguettamelo che mi vuoi bene, pollo!!!!


18 aprile 2011

lega, non pervenuta

E neanche i suoi seguaci: legoni e legonesse sono troppo impegnati a inveire contro gli immigrati africani, i comunisti, i laici, i mussulmani, e chiunque osi avere uno stile di vita alternativo che implicitamente sputtana i loro metodi tribali (li ho sbertucciati anche qui)

http://www.ladige.it/news/2008_lay_notizia_01.php?id_cat=4&id_news=103920
La camorra minaccia imprenditori trentini

15/04/2011 08:48

TRENTO - La «Gomorra» descritta dallo scrittore Roberto Saviano aveva messo radici anche nel ricco Nord Est, dove ieri all'alba è stata sgominata una organizzazione criminale legata al clan dei casalesi. Presunti esperti in riscossione crediti che, attraverso usura ed estorsione, si infiltravano nell'economia del territorio con la cessione «forzata» di quote societarie. Un centinaio le vittime. Tre quelle che hanno subìto tentativi di estorsione anche in Trentino.

10 aprile 2011

doti ignote

"Questa casa è accogliente" è stato uno dei complimenti che più mi hanno lusingata, davvero davvero davvero.
Va bene, hanno dimorato, mangiato e evacuato per tutto l'inverno sul mio balcone, ma che i passerotti vengano da me anche per trombare forsennatamente mi pare un po' disdicevole. Perché forse non tutti lo sanno, ma fanno delle cose…

Un altro effetto collaterale del mandare avanti 4 mura domestiche in modo accogliente è che sempre più spesso arrivano telefonate minatorie del tipo "tra mezz'oretta son lì da te, prepara la caffettiera, dai". Va bene, va benissimo: infatti ho scoperto un lato oscuro di me che non credevo di possedere, tipo la capacità di spolverare e riassettare 60 metri quadri in 20 minuti. E ora lo faccio automaticamente anche senza telefonate preventive, sotto lo sguardo preoccupato del Drago.
La mi' mamma sarebbe proprio orgogliosa di me.

4 aprile 2011

trivena

Un bel valangone ha sommerso una parte della strada sterrata che dal ponte pianone (1232m) in val Breguzzo porta ai 1650 del rifugio trivena. In altre epoche l'idea di passarci sopra mi avrebbe senz'altro paralizzata, ieri pensavo solo a superarlo il più velocemente possibile. Poi ho capito cos'è che mi inquieta: è il timore di vedere affiorare qualcosa di morto, che si tratti di animale o umano; la stessa identica paura che mi prende quando il mare mosso mi impedisce di scrutare il fondale. E' sempre l'acqua che mi turba e attira allo stesso tempo, in tutte le sue forme: ipotetico ricordo ancestrale di quando ero pesce.


avalanche








Prima volta che vedo 'sto rifugio in veste invernale, esteticamente più affascinante in questa versione che in quella estiva. Il Drago sempre più spesso parla di prendere sci e salire un po' più in alto di quanto facciamo normalmente in inverno, e temo che prima o poi mi toccherà fare la rompiballe anch'io. Ma io schifo le serpentine sulla neve, le trovo visivamente orrende, e la tentazione che sempre ho di fare lo sgambetto a qualche sci-munito (che battuta, azz...) è dura da riconvertire in sentimenti più nobili.



le famose cime agosta (dx) e quadra (centro), tanto apprezzate e ambite dagli scialpinisti



Uno di questi esemplari scendeva dal canalone al centro della foto, noto come creper vac. Ma non aveva per nulla la faccia contenta di chi si è cimentato con soddisfazione in una discesa libera. Tanta fatica e nemmeno un sorriso appagato, che sfiga (ben gli sta, ha suggerito invece la carogna che è in me).



corno del fus

Giornata caldissima per il periodo, già a mezzogiorno una schifosa foschia ha ingrigito tutto e addio panorami decenti. Stiamo proprio esagerando.

1 aprile 2011

più habanero per tutti

Piantine di peperoncini a iosa quest'anno, che grazie alla primavera mite stanno spuntando dapertutto. Semi vecchi e semi nuovi, tutti germinati, tranne il chocolate, di cui però ho ancora una pianta dello scorso anno. Tocca fare una campagna adozioni, oppure dovrò inventarmi una sorta di giardino pensile in balcone.

naga, e di questo tipo ne ho altre 6 in attesa di genitori coraggiosi
(Micheleeee......)



Messicani (Micheleeee....), gradito dono di amici di ritorno da un viaggio in centroamerica; i peperoncini da cui ho ricavato i semi erano quasi ammuffiti a causa di qualche incidente di percorso, ma grazie ai saggi e puntuali consigli degli esperti sono riuscita a salvare abbastanza semi da piantare, e questo è il risultato :) Si suppone che siano habanero orange, e sarebbe davvero bello per me dare un tocco d'arancione al mio mezzo metro quadro di balcone. Waiting...



habanero gambia, un po' ustionato dal sole di questi giorni

SOS, help, hilfe, aide, ajuda, ヘルプ, aiutissimo.