30 aprile 2011

gratta che ti passa

Quando 5 anni fa abbiamo incontrato sul monte Peller Jurka e la sua prole non abbiamo riso affatto: succubi del ruolo di potenziali prede, eravamo troppo concentrati a imprimerci l'immagine sul fondo della retina e nei meandri del cervello, e a studiare contemporaneamente eventuali vie di fuga. Però, strano ma vero, la curiosità ebbe il sopravvento sulla paura, forse perché inconsciamente sapevamo benissimo di essere dei privilegiati (come ci dissero anche le guardie forestali con cui pochi minuti dopo tentammo balbettando di condividere quell'esperienza), e sapevamo che un'occasione come quella difficilmente càpita 2 volte nella vita.

Tanti vogliono incontrare l'orso, tanti non lo vogliono nemmeno sentir nominare. Io stessa non saprei dire se gradirei una seconda volta quella scossa elettrica che fu talmente potente da regalarmi un assordante mal di testa per il resto della giornata. E' pur sempre un predatore zannuto, e io son pur sempre minuscola e carnosa, anche se in alcune circostanze particolarmente - ehm - coinvolgenti ho svelato doti da corridore super velocista in grado di umiliare Pietro Mennea.

Invece, seduti al sicuro tra 4 muri solidi (almeno si spera...), si può falsamente ridere di questo comico bestiolone beccato in atteggiamenti poco dignitosi, nell'illusione tutta umana di ridimensionare la sua superiorità.



21 aprile 2011

habemus tordus

Mi ero abituata a vederlo transitare sul balcone quasi quotidianamente, ma che addirittura arrivasse a bussarmi alla porta….



19 aprile 2011

a volte ritornano

Con quella faccia un po' strafottente, con quello sguardo un po' così, con quel beccuccio inconfondibile, e soprattutto con quell'impudenza.....sisisisisi è proprio lei................
ma allora cinguettamelo che mi vuoi bene, pollo!!!!


15 aprile 2011

una canzone per chi

Pensavo ad una canzone per gli amici del sol levante, e mi è planata questa tra i neuroni. Sempre la solita egoista.




10 aprile 2011

doti ignote

"Questa casa è accogliente" è stato uno dei complimenti che più mi hanno lusingata, davvero davvero davvero.
Va bene, hanno dimorato, mangiato e evacuato per tutto l'inverno sul mio balcone, ma che i passerotti vengano da me anche per trombare forsennatamente mi pare un po' disdicevole. Perché forse non tutti lo sanno, ma fanno delle cose…

Un altro effetto collaterale del mandare avanti 4 mura domestiche in modo accogliente è che sempre più spesso arrivano telefonate minatorie del tipo "tra mezz'oretta son lì da te, prepara la caffettiera, dai". Va bene, va benissimo: infatti ho scoperto un lato oscuro di me che non credevo di possedere, tipo la capacità di spolverare e riassettare 60 metri quadri in 20 minuti. E ora lo faccio automaticamente anche senza telefonate preventive, sotto lo sguardo preoccupato del Drago.
La mi' mamma sarebbe proprio orgogliosa di me.

4 aprile 2011

trivena

Un bel valangone ha sommerso una parte della strada sterrata che dal ponte pianone (1232m) in val Breguzzo porta ai 1650 del rifugio trivena. In altre epoche l'idea di passarci sopra mi avrebbe senz'altro paralizzata, ieri pensavo solo a superarlo il più velocemente possibile.
Poi ho capito cos'è che mi inquieta: è il timore di vedere affiorare qualcosa di morto, che si tratti di animale o umano; la stessa identica paura che mi prende quando il mare mosso mi impedisce di scrutare il fondale.
È sempre l'acqua che mi turba e attira allo stesso tempo, in tutte le sue forme: ipotetico ricordo ancestrale di quando ero pesce.

1 aprile 2011

più habanero per tutti

Piantine di peperoncini a iosa quest'anno, che grazie alla primavera mite stanno spuntando dapertutto. Semi vecchi e semi nuovi, tutti germinati, tranne il chocolate, di cui però ho ancora una pianta dello scorso anno. Tocca fare una campagna adozioni, oppure dovrò inventarmi una sorta di giardino pensile in balcone.

naga, e di questo tipo ne ho altre 6 in attesa di genitori coraggiosi
(Micheleeee......)



Messicani (Micheleeee....), gradito dono di amici di ritorno da un viaggio in centroamerica; i peperoncini da cui ho ricavato i semi erano quasi ammuffiti a causa di qualche incidente di percorso, ma grazie ai saggi e puntuali consigli degli esperti sono riuscita a salvare abbastanza semi da piantare, e questo è il risultato :) Si suppone che siano habanero orange, e sarebbe davvero bello per me dare un tocco d'arancione al mio mezzo metro quadro di balcone. Waiting...



habanero gambia, un po' ustionato dal sole di questi giorni

SOS, help, hilfe, aide, ajuda, ヘルプ, aiutissimo.