22 marzo 2011

visuali da penegal

Arrivare ai 1737m del Penegal partendo dalla località regole di Malosco è una comoda passeggiata, che di questi tempi però richiede almeno un abbozzo di ramponcini per domare il ghiaccio ancora troppo presente in lunghi tratti del sentiero 508. Non ci aspettavamo un panorama così ampio, così come non ci aspettavamo tutto quell'ammasso di ferraglia e cemento che si trova sulla cima, e che in più direzioni ostruisce penosamente la visuale. Peccato.


ripetitori

Per avere più libertà di spaziare con lo sguardo mi sono arrampicata sulla torre panoramica, alla base della quale c'era un bel divieto di accesso di cui mi sono altamente fregata.




caldaro


verso ovest


di tutto un po'


maddalene








Il premio "savoir faire" della settimana va alla direzione dell'albergo penegal, che sul proprio sito ha ritenuto doveroso specificare quanto segue:

Informazioni utili
(….)Per il pagamento preferiamo contanti, assegno o versamento bancario, accettiamo però anche bancomat e carte di credito (Maestro, Mastercard e VISA);
Per i pasti prenotati ma non consumati, non sarà possibile applicare alcuna riduzione.
L’annullamento della prenotazione è spiacevole per entrambe le parti. Vi preghiamo di informarci appena possibile per iscritto se dovete cancellare le vostre vacanze. Sino a tre mesi (sic!) precedente alla data d’arrivo l’annullamento non comporta alcun costo per Lei. La caparra può essere utilizzata per un successivo soggiorno. Per cancellazioni effettuate fino un mese prima delle vacanze, dobbiamo contabilizzare le spese di tre giorni di pernottamento (sic!). Per cancellazioni nei trenta giorni prima dell’arrivo dobbiamo mettere in conto il 100% del pernottamento (senza pasti), ugualmente per arrivi ritardati o partenze anticipate (sic!).
Per il resto valgono le condizioni generali del contratto alberghiero italiano.
http://www.penegal.it/prezzi-estate-autunno/index.html
________________________________________________
In epoca di last minute, questi ancora rantolano di caparre e anticipi. Evidentemente non c'è così tanto movimento turistico in zona da consentire una gestione più o meno realistica della locanda; ma se non c'è così tanto movimento mi chiedo quale genio di imprenditore l'ha pensato, questo cubo di cemento di cui si poteva evidentemente fare a meno. Sempre che i soldi li abbia cacciati lui di tasca propria (che ridere ).

2 commenti:

  1. Anonimo17:37

    Ciao bella, credo che le condizioni messe dall'albergatore siano dovute all'eccessivo passaggio, non il contrario ;)
    Non conosco il posto, ma essendo aperto solo 7 mesi l'anno e, presumo, avendo molte prenotazioni è chiaro che non può permettersi di rimetterci. Basterebbe sapere da quanti anni c'è quella gestione per capire chi ha ragione :)
    PEr carità, sono condizioni sicuramente più vincolanti della norma che comunque ci sono, ma evidentemente se lo possono permettere ;)

    Ciao
    Sara

    RispondiElimina
  2. jakob10:48

    contorta teoria economica la tua, sara

    RispondiElimina