18 dicembre 2010

italiani, buona gente?

Il giorno dopo il trasloco più temuto del nord-est, dopo 13 ore filate di lavoro in stile sturmtruppen (freddo, neve, chi siamo, dove siamo, dove stiamo andando, vai avanti tu che a me vien da disertare, e 'ndo sta la macchinetta distributrice di caffé) e quasi altrettante di sonno arretrato, il Drago sembra essere ancora in sé. Ma poi apre bocca e dice che gli italiani sono un grande popolo, perché con la criminale classe politica/dirigente che ci ritroviamo è un miracolo che ancora qualcosa funzioni, che non ci si spari quotidianamente ad ogni angolo di strada, e che ci siano da nord a sud fior di onesti e persone perbene che nonostante tutto riescono a mandare avanti il carrozzone. E grazie al c@$$#, penso io, solo da una gravissima malattia possono nascere fortissimi anticorpi, vorrei ben vedere se così non fosse. Gli chiedo se si ricordi ancora chi è e dove deve andare; mi risponde "si, vado alla banca d'Italia, rapino qualche tonnellata di soldoni, torno, ti prendo e scappiamo in un posto caldo ai tropici". Ha detto proprio così, ha usato la prima persona plurale. Io dopo 3* anni con me medesima in corpo non mi sopporto più, e lui dopo quasi 14 anni di convivenza dice ancora che se fa soldi scappa via con me. Certo che alla fine di un grande stress tutto il resto può sembrare una bazzecola; come dopo che sei scampato ad un cancro, che paura vuoi che ti faccia la rogna. Io dico che se esiste la reincarnazione dovremo incontrarci anche nella prossima vita, però sotto forma di gatti. Aristogatti, per l'esattezza, in una bella casa con giardino, amati e spazzolati, e con un bel margine di libertà. Sterilizzati, possibilmente, grazie.

2 commenti:

  1. gatti a parte (se proprio devo tenermi in casa un animale preferisco un pescerosso – e sottolineo rosso – ma meglio di tutto niente :D), il Drago mi sembra sempre di più un grande, vero, insostituibile uomo! tienitelo stretto! :)

    RispondiElimina
  2. Niente gatti? e io che pensavo di farci adottare da voi...:D

    Si, hai ragione, a volte mi chiedo che avrò mai fatto di buono per meritarmelo, e che avrà mai fatto lui di male per meritare me :))
    Grazie per le parole carine :)))
    ciao :)

    RispondiElimina