23 ottobre 2010

prik kee noo /bird's eye

Non ditemi mai, consigliandomi un normale peperoncino, "questo è davvero piccante" se non sapete cosa è il naga (forse il peperoncino più piccante al mondo) e che io me lo mangio anche con una certa frequenza. Vi depennerò impietosamente dalla ben misera lista di persone che ritengo affidabili.
Sono entrata nella solita bottega di alimenti etnico-esotici, quella in cui faccio regolarmente incetta di aromi e spezie di tutti i tipi, dal curry al masala, rimbalzando tra il coriandolo e il cumino, lo zenzero e il sesamo.
"Questi sono piccantissimi, vengono dalla Thailandia; e stai attenta, perché quelli verdi son più micidiali dei rossi" mi ha detto l'EX mio consigliere preferito, mostrandomeli orgoglioso e con fare misterioso.


prik kee noo, detti anche bird's eye

"Più dell'habanero???"
"Sisisisisi"
"Ma daaaaiiii???"
"Sisisisisi"
Lui è (anzi, era...) il mio esperto preferito di queste cose e conosce la mia insana passione per i peppers, dunque mi è venuto naturale prenderlo sul serio. Glieli ho accattati al volo e ne ho messo subito uno sminuzzato su 2 spaghetti, paventando chissà quale combustione oro-gastro-uro-ano ecc ecc. Non ho sentito una beata mazza. Piccante lo è, va bene, ma ho sperimentato e sono abituata a ben altro.
Vatti a fidare, scema. Così imparo a credere che gli altri ne sappiano sempre più di me.
Mavalà.

2 commenti:

  1. Ahahahaha, bellissima questa, sei meravigliosa.

    RispondiElimina
  2. Sapessi come ci son rimasta male...
    :D

    RispondiElimina