11 ottobre 2010

di Parma e del peperoncino

Quante sono le probabilità di entrare in un ristorante nel centro di Parma e mangiare appena decentemente? Poche credo, e spero che il nostro sia stato solo uno di questi rari casi. Ogni tanto la sfiga si ricorda di noi.
Bella città, che non avevo mai visitato prima. Tanta gente tranquilla in giro, tante belle facce, tanta cordialità, tanti eventi interessanti, vivace, ordinata, ben tenuta; insomma, se non fosse in mezzo alle nebbie e i miasmi della pianura padana, così distante dal mare e dai monti, e infestata dalle zanzare killer e dai casalesi, un pensierino su un ipotetico trasferimento lo si sarebbe potuto anche fare. Peccato.



troppo fine la sfoglia e troppo amaretto nel ripieno!!!


troppo salati e poco saporiti!!!


troppo unti e piccoli!!!


così strapazzata son capace anch'io!!!


All'azienda Stuard in quel di Parma ci sono andata in occasione della XIII mostra mercato del peperoncino, con la speranza di trovare e ingerire i 2 soli peperoncini che ambisco ad assaggiare da tempo: il Jolokia e il Trinidad Scorpion. Non avevano né l'uno né l'altro. In compenso ho trovato un personaggio molto noto negli ambienti e nei forum dedicati al peperoncino (e di cui non farò il nome per puro paraculismo) che mi ha spiegato con gradevole gentilezza com'è che nel mio piccolo balcone potrei esser riuscita a creare involontariamente un ibrido. Tale personaggio è un grande esperto di coltivazione e conservazione dei peperoncini e li considera un po' come gli emiliani considerano i maiali: non si butta via niente. Sospetto infatti fermamente che questo bel tipo, dopo aver fatto salse e polvere di habanero, se ne fumi pure serenamente le foglie essiccate :))). E non solo lui.










piccantezza estrema a base di jolokia


bella coccinella, importunata durante un giro nel frutteto dell'azienda

2 commenti:

  1. Azz, sei stata a Parma e non ci siamo incontrati, ma pensa te, magari abbiamo fatto anche la visita al campo insieme, ma dai, non ci posso credere, la prossima volta fammi sapere, magari ci conosciamo di persona. Ciao

    RispondiElimina
  2. Ciaooo, benritrovato anche a te :)
    A Parma siamo arrivati troppo tardi per fare la visita al campo...ho potuto visitare solo il frutteto (sai che noia...). L'anno prossimo chissà, spero di poterci essere ancora.
    Ciao :)

    RispondiElimina