27 settembre 2010

Belli castelli: castel Thun

Dopo 2 anni dalla nostra prima visita siamo tornati a vedere questo castello ora quasi interamente aperto al pubblico dopo 18 -ohibò- anni di restauri. Senza saperlo né volerlo abbiamo beccato una giornata speciale con prezzo del biglietto d'ingresso a tariffa ridotta, sicché abbiamo dovuto fare lo slalom tra oscene comitive di turisti ammucchiati in gruppi per le visite guidate (oddio). Allo stato brado solo noi e altre 2 coppie di giovinastri.
Sarà a causa di quel sovraffollamento che non me lo sono gustato come volevo e lo sguardo, più che agli interni, svolazzava assai spesso agli esterni.
E' comunque diventato subito il mio preferito a pari merito col castello di Stenico, altro gioiellino con vista pacifica sui monti.



Interessante la storia del castello e dei suoi proprietari, i Thun, che furono principi vescovi di Trento e Bressanone.

vita da vescovo...

Spiace non aver potuto fotografare bene questa cameretta, soprattutto un particolare con scena erotica che mi ha ricordato le lupanare degli scavi di Pompei. Direi che l'ossessione per il sesso di eminenti eminenze non è cambiata nei secoli dei secoli AMEN.


viSta da vescovo...


viSta da Thun...


viSta da Thun...


viSta da vescovo e da Thun...





(no more comments)


Bella e piccola mostra di vetri del periodo ottocentesco decorati secondo i dettami di vari stili: muranese, boemo, biedermeier, impero, baccarat (vedere vedere il vetro nel XIX secolo ). Ho passato l'intera estate a cercare il colore del mare nei laghi, l'ho trovato in questi vetri.

li voglio anch'io



Da tornarci, preferibilmente non di domenica. Allez-y !

0 dite le vostre, di baggianate:

Posta un commento