9 maggio 2010

Monte Macaion

Le previsioni del tempo davano una pausa per buona parte della giornata di oggi, così appena alzati e constatato che effettivamente non diluvia usciamo di casa a razzo per farci 4 passi in santa pace su per qualche monte. Solo in auto ci accorgiamo che:
1) i miei ricci oggi sono esageratamente impazziti: alcuni contrastano la forza di gravità e si sono avvitati verso l'alto, altri si mantengono in posizione orizzontale come se stessero levitando, tutti si mandano allegramente affanculo l'un l'altro.
2) la testa dell'husband invece sembra un condominio alluvionato di nidi di merlo.
Non ci resta che sperare di non incappare in una pattuglia mattiniera di vigili urbani se no è la volta buona che il test alcolemico non ce lo toglie nessuno.
Fortunatamente dormono tutti.
Riproviamo a salire sul Macaion partendo dal lago Smeraldo.
Lasciate ogni speranza, o voi che vi inoltrate in zona, di trovare qualche cartello che vi indichi i tempi di percorrenza: ce ne sono 2 a distanza ravvicinata all'inizio del sentiero 513 (uno dice 2h 40, l'altro 2h 30), poi basta fin quasi alla cima. Bisogna solo sperare di essere all'altezza delle aspettative e di arrivare secondo l'orario di tabella.
Noi siamo arrivati su dopo 2h 15', ma non perché siamo in forma particolarmente smagliante o perché ci siamo presi qualche beverone energetico; semplicemente usufruiamo dell'effetto dopante che deriva dal terrore di incontrare qualche plantigrado, che da queste parti pare si aggirino volentieri. Sfido anche il più bradipo tra i bradipi a ciondolare serenamente e pigramente sapendo che si può incontrare cotanta bestiolina.



Il tempo è rimasto incerto per tutto il giorno, più nuvole che sole, quindi il tanto decantato panorama dalla cima del Macaion l'abbiamo solo immaginato.

panorama nebuloso


Ecchissenefrega, il percorso è stato piacevole benché faticosino (800 m di dislivello non li facevo dall'estate scorsa) e se non ho potuto ammirare vasti orizzonti ho trovato comunque tante cose carucce anche raso terra. Per esempio tanti bei fiorellini.


anemone epatica (hepatica nobilis)



crocus



crocus

Basta avere occhi e voglia di guardarsi intorno. Io per il momento ho il pane e pure i denti.

0 dite le vostre, di baggianate: