10 novembre 2009

Cominciamo presto: prima neve

Il passaggio dalla stagione estiva a quella autunnale per me è sempre un trauma, che però fortunatamente si riemargina subito alla prima nevicata. Anche chi è dotato di animaccia zozza e arida non può non sentirsi rallegrato dalla visione di un paesaggio montano innevato che luccica sotto un sole abbacinante, soprattutto dopo 4 giorni pieni pieni di pioggerella infida. C'è da sperare che una volta tanto i cannoni sparaneve tacciano, ma ne dubito. Intanto leggo sul settimanale venerdì che in Alto Adige, al Plan de Corones, “quest'anno si può contare su impianti rinnovati e più confortevoli, come la prima cabinovia al mondo con poltroncine in pelle riscaldata”. Mi è venuta in mente la geniale battuta di qualche anno fa della Littizzetto, quando, riferendosi alla coglioneria tipica degli arricchiti, disse che erano talmente dementi da essere capaci di comprarsi delle mutande in grado di avvisarli qualora se la facessero sotto. Ha voglia Michele Serra di dire che non è giusto tradurre l'aggettivo “ricco” con l'aggettivo “coglione”, e che ci sono ricchi perfettamente intelligenti e misurati....ma uno che va in montagna per sciare e poi non si offende nel posare le onorevoli chiappe su quella poltroncina riscaldata non è mica tanto equilibrato. Il minimo che gli si può augurare è che gli vengano le emorroidi.

Intanto sul più umile Bondone:














0 dite le vostre, di baggianate: