29 settembre 2008

val Campelle - passo val cion

Approfittando della giornata del FAI c'è uscito un giro a castel Thun, luogo che da sempre contavamo di vedere. C'era una bella vetrina di oggettistica nel cortile all'interno delle mura: alabarde, mazze ferrate e spadini, ma anche cannoni in miniatura e pistole d'epoca che ricordavano tanto il famoso spingardone impugnato da zio paperone per scacciare bassotti, esattori, creditori e nipotastri esosi. Tutto a modico prezzo.
Non è ancora terminato il restauro delle stanze, per cui soltanto gli esterni sono visitabili. Per vedere tutto bisognerà aspettare ancora almeno 3 anni (così ci han detto).

mazze per famiglie


27 settembre 2008

SULLE REGOLE di Gherardo Colombo

Incontro con GHERARDO COLOMBO.

Gherardo Colombo è un gran signore di cui si è perso lo stampino, che nonostante la stanchezza dovuta ad altri 2 precedenti dibattiti, ci ha impartito per ben 2 ore una rigenerante lezione di civiltà.
L'incontro è stato bellissimo perchè Colombo non si è limitato ad enunciare dall'alto le sue teorie ma ha cercato di coinvolgere il più possibile il pubblico facendoci domande continue per costringerci a ragionare da soli, mettendo anche a nudo le nostre ipocrisie, piccole e grandi, e il nostro dire “si, si” convinto al rispetto delle regole, salvo poi fare esattamente il contrario alla prima occasione da noi ritenuta eccezionale. Impresa ardua.

Era dai tempi delle lezioni di filosofia col grande Andrea de Giorgi che non assistevo ad un tentativo così ben riuscito di scuotimento delle menti intorpidite.
Più che una sonora lezione di civiltà una seduta psicoanalitica.
E fatta in perfetta lingua italiana senza nemmeno una volgarità, che è una cosa che apprezzo sempre più raramente.


23 settembre 2008

cucina orientale

Per fare una sorpresa a chi non teme i sapori forti e esotici ho rispolverato questa ricetta che mi insegnò una carissima amica, ora (purtroppo per me) rientrata al suo paese.
Ricordo che la preparò davanti ai miei occhi in un batter d'occhio, e me la servì con un contorno di riso bianco cotto a vapore come solo i giapponesi sanno fare.
Tagliò a tocchetti un misto di carne di pollo e maiale e lo mise a marinare con salsa di soia e forse mirin.
 Nel frattempo affettò una mezza melanzana e un peperone verde, da parte mise la fecola di patate e il curry.
Poi infarinò la carne marinata con la fecola e la mise in una padella con olio ben caldo, aggiungendo successivamente i dadini di melanzana e peperone verde.

22 settembre 2008

ooopsss...la mafia anca ci, ostrega!

Risale alla vigilia dello scorso ferragosto un vivace battibecco tra noi e un esemplare di postino fulminato.
- "Belli miei, qui ci sta la mafia esattamente come giù" ci disse sconsolato.
- "Ma va là, tu sei terrone esattamente come noi, dovresti sapere bene cosa è la mafia" fu la controrisposta .
- "E io vi dico che qui c'è mafia esattamente come giù, si nota di meno perchè non ti sparano, però ti bucano le ruote, ti tagliano i meli, ti incendiano le ville......l'unico motivo per cui non è visibile è che la provincia dispone di così tanti soldi che può distribuirli ad amici e compari e dopo, con quel che resta, può anche permettersi di fare le cose che deve fare per la gente. Ma se i soldi fossero di meno si vedrebbe esattamente come si vede giù, ve lo dico io...
- " Ma che dici, dai, diciamo che se non stanno attenti diventeranno esattamente come il meridione d'italia, ma mafia è una parola un po' grossa..."
- " E io vi dico che la mafia c'è, forse in città si nota di meno, ma c'è, se non appartieni al loro giro ti fanno fuori".

21 settembre 2008

a proposito di diete

Il peso ideale non è quello consigliato dalle bilance elettroniche in farmacia: per sapere qual'è realmente il peso ideale è sempre cosa buona e giusta rivolgersi ad un medico competente che lo valuterà considerando altezza, età, massa grassa, massa magra, massa ossea, metabolismo, alimentazione, attività fisica, eventuali malattie ed eventuali assunzioni di farmaci.
Naturalmente me ne sono fregata del peso ideale consigliatomi dall'esperta (troppo alto) e senza arrivare a quello suggeritomi dalla bilancia sono arrivata a quello che io ritengo debba essere il giusto peso per me. Cioè quello che mi consente di navigare abbondantemente in una 44, come ho sempre fatto prima del grande big bang.

20 settembre 2008

Habanero de Roma

La cosa migliore per preservare la propria salute mentale al rientro da una gran bella vacanza è trovare qualcosa di piacevole anche lì dove ci tocca di vivere.
Prima di tutto ricontattare i pochi ma buoni, con cui consolarsi. E' stato così che una coppia di simpatici americani mi ha comunicato la loro improvvisa partenza per Roma; con grande goduria ho ritirato fuori tutte la mappe e le guide in mio possesso e le ho elargite a piene mani, e già che c'ero mi sono lustrata gli occhi riguardando le 320 foto che mi son portata a casa.

12 settembre 2008

CAPUT MUNDI

Che sberla incommensurabile rientrare nella riserva dopo i giorni passati a Roma; e mentre speravo in un rientro soft, fatto attraversando gradualmente l'italia come tante camere di decompressione per riabituarmi gradualmente all'aria schizopadana, ho avuto invece uno shock quando ho scoperto con orrore di dover viaggiare in vagone con un padano doc. Che angoscia.
Il simpatico troglodita (ovviamente in giacca e cravatta e dall'aspetto “perbene”) si è faticosamente trattenuto dal mostrarsi apertamente sino alla stazione di Bologna; dopo di che è tracimato come un fiume in piena: ha cominciato ad esprimersi col suo interlocutore nel modo che gli è più congeniale, e cioè a suon di “merda, coglione, cazzo, figlio di puttana” e tutta un'altra serie di combinazioni volgari da voltastomaco anche per me.
Man mano che sentiva aria di casa ha cominciato a degenerare a vista d'occhio, tanto da farmi pensare che di lì a poco avrebbe cominciato a grattarsi voluttuosamente lo scroto e a scaccolarsi attaccando i suoi reperti organici sotto i tavolini.