10 dicembre 2007

montesover: tentativo alla malga vernera

Dalla Valfloriana, direzione Cavalese, si arriva a questo piccolissimo paesino che apparentemente è insignificante. C'è però una bella vista panoramica e una bella comoda passeggiata nel bosco che porta alla malga vernera, adibita anche ad agritur. Come tutte le passeggiate o escursioni, meno gente c'è nei paraggi e più acquistano in valore. Gli scoiattoli ancora non sono in letargo, strano, perchè era abbastanza freddo (circa -2°).



Un po' di neve in giro, poca ancora. Da tornarci, sempre in settimana, con un buon rifornimento di cibaglie per poter camminare più a lungo senza congelarsi i neuroni. Magari arrivare alla malga e vedere se hanno qualcosa di buono da mangiare che non sia la solita polenta e crauti, polenta e fagioli, polenta e formaggio, polenta e wurstel, polenta e spezzatino, polenta e luganeghe, polenta e polenta.....................................

9 dicembre 2007

la mancata estinzione del troglodita

REQUIEM PER UN' AQUILA
Un' aquila reale è specie protetta da almeno 20 anni, però il troglodita non lo sa e non lo vuole sapere perchè in cuor suo teme che l'unica specie in via d'estinzione che meriti tutela sia la sua. Così il troglodita ne ha impallinata una nei cieli di Pergine presumibilmente mercoledì o giovedì scorso. Gli auguro di incontrare un buon esemplare della sua stessa specie che trogloditamente affermi la sua volontà di dominio piazzandogli una scarica di pallettoni sui gioielli di famiglia.

5 dicembre 2007

Un buon libro

Quando tempo fa ho avuto la buona idea di iscrivermi alla newsletter del sito www.cicap.org, non pensavo che mi si sarebbero davvero spalancate le porte della razionalità vera e non di quella ideologica e basta. Spesso ricevo delle segnalazioni riguardo alle attività del gruppo o suggerimenti per letture varie. Tra i tanti consigli uno in particolare si è rivelato prezioso: il libro 11/9, la cospirazione impossibile a cura di Massimo Polidoro. Avevo già maturato in passato le mie opinioni in proposito, avendo vissuto praticamente in diretta quell'evento e tutto ciò che è avvenuto in seguito. Ma questo libro ne spiega non solo i meccanismi tecnici ma anche quelli mentali che hanno portato un bel numero di persone a credere alle teorie più stravaganti. Senza nulla perdonare all'inefficenza dell'amministrazione americana, racconta attraverso i fatti documentati (e non le opinioni) la banalità della coglioneria umana di qualsiasi fazione essa sia; in questo caso da una parte gli invasati e dall'altra i superficiali, accomunati dall'ambizione di eccellere ognuno nel suo campo. I risultati li abbiamo visti tutti, guerra, odio, diffidenza, praticamente il peggio di noi. Ecco cosa ci costa fregarcene degli altri.

1 dicembre 2007

un giorno di ordinaria maleducazione (3)

Pensierino pensieroso
Da Roma in giù, quando un rappresentante delle forze dell'ordine palesemente non interviene per far rispettare la legge si pensa subito che sia colluso con la mafia, nera o bianca che sia. E a Trento come va? Forse non ci sarà la mafia vera e propria, ma una certa mentalità che può agevolare la comparsa di questo bel prodotto nazionale sicuramente si. A partire da tutti quei funzionari pubblici che vogliono farci credere che il rispetto delle regole e i nostri diritti ci vengano concessi non per legge ma come se fosse un favore che generosamente ci elargiscono, a loro discrezione ovvio. Vigili urbani compresi. Che non solo non conoscono la buona educazione, la lingua italiana e il codice della strada, ma si permettono spavaldamente di decidere chi punire e chi no, in barba a tutti i regolamenti e ignorando perfino il reato di omissione di atti d'ufficio. Che dire? Siamo sulla buona strada.